SCHEDA

Carabina da caccia

Famiglia morgenroth

Germania prima metà XVII secolo

 

Carabina da caccia

Acciaio, legno ed avorio

Misure: lunghezza cm 97

 

SCHEDA CRITICA A CURA DEL DOTT. MARINO MARINI

 

Antica carabina da caccia in uso per la selvaggina grossa, avancarica con meccanismo a ruota, databile tra il 1610 ed il 1630 circa e recante sulla canna la firma “MORGENROTH a GENROD”.

La cassa, impiallacciata in avorio con incisioni molto delicate e raffinate, è in uno stato di conservazione eccellente (e questo è un requisito estremamente raro da riscontrare); la canna è di fattura sobria.

È però la firma incisa sulla canna che riveste il maggiore interesse. I Morgenroth sono una dinastia di fabbricanti di canne di Genrode (Sassonia-Anhalt) ma nei repertori questa famiglia è documentata dalla seconda metà del Settecento, divenendo celebre nei primi decenni del XIX secolo per alcune carabine da caccia.

Per quanto risulta al momento questa appare la firma Morgenroth più antica.

Di particolare interesse è che i Morgenroth del XVIII e XIX secolo, davanti al cognome, mettono le iniziali del nome proprio, mentre in questo caso si continua l’uso degli archibugiari del Seicento. Anche la piastra è importante, in quanto Firmata (MATH/IES/UH) e di non comune fattura; oltre alla pregiata lavorazione, completamente incisa all’acquaforte (e probabilmente ripassata a bulino) spicca il cane scolpito a testa di mastino, tipico dei prodotti tedeschi.

Secondo il più importante repertorio degli archibugiari germanici, J.E. Stokel, Haandskydevaabens Bedommelse, Kobenhavn 1938, non vi sono informazioni sui Morgenroth del XVI secolo (ne è citato solo uno del Settecento). Facendo altre ricerche, anche in rete, risultano alcuni cataloghi d’aste dove sono state messe in vendita carabine e doppiette Morgenroth (tre: una del XVIII e due del XIX secolo).

Si può quindi confermare che questa firma è estremamente rara, se non unica.

error: Il contenuto è protetto Content is protected !!