SCHEDA

PISTOLE NAPOLI A
PISTOLE NAPOLI
PISTOLE NAPOLI B

PASQUALE FEO

Regno delle due sicilie ultimo quarto del XVIII secolo

 

COPPIA DI PISTOLE

FERRO, ARGENTO E LEGNO DI NOCE

MISURE: LUNGHEZZA CM 27

 

SCHEDA CRITICA A CURA DI GHERARDO TURCHI

 

Superba coppia di pistole a pietra focaia alla maniera Ripoll con canne finemente decorate a racemi rimessi in oro fino ai due terzi e gioia di bocca. Le armi presentano sulle batterie alla micheletta, anch’esse finemente intagliate ed incise, la firma dell’armaiolo napoletano Pasquale Feo, attivo a Napoli nel corso della seconda metà del XVIII secolo.

 La famiglia Feo, o Di Feo, risulta essere un caposaldo nella produzione di armi da fuoco nel Regno delle Due Sicilie fin dalla metà del 1700, lavorando magistralmente, come scrive Zagari, per la Real Fabbrica d’Armi di Torre Annunziata dal 1750 al 1780, proseguendo poi l’operosa attività di archibugiari per gran parte del XIX secolo. Alcune armi da fuoco, passate sul mercato antiquario negli anni, testimoniano come il nome Feo fosse un sinonimo di garanzia e qualità già nel corso del secondo quarto del XVIII secolo.

La coppia di armi qui in studio dovrebbe appartenere appunto al periodo in cui Pasquale, insieme ad altri membri della famiglia, lavorava appunto per la Real Fabbrica di Torre Annunziata, a testimonianza della sublime qualità e ricercatezza profusa in ogni opera a firma Feo.

Le pistole presentano ponticelli in acciaio magistralmente inciso, montati su casse di legno di noce decorate da incisioni in argento a rappresentare fogliami e girali. Le cocce ed i colli dei cani presentano infine mascheroni incisi dalla rara fattura.

Armi simili sono identificabili sul “Repertorio storico degli archibugiari italiani” di Bruno Barbiroli, alla pagina 246. 

Le armi si presentano in eccellenti condizioni conservative.

error: Il contenuto è protetto Content is protected !!