SCHEDA

YATAGHAN 1
YATAGHAN 2
YATAGHAN
YATAGHAN 3
YATAGHAN 4

Armaiolo centro asiatico

Impero ottomano XIX secolo

 

Yatagan

Ferro, argento, avorio e materiali preziosi

Misure: Lunghezza cm 83

 

Scheda critica a cura di Gherardo Turchi

 

Antico Yatagan con lama intagliata alla costola, ornata da iscrizioni e medaglioni in argento su fondi graniti.

Lo Yatagan  è un’arma bianca manesca del tipo spada in uso dalla metà del XVI secolo alla fine del XIX nelle terre dell’Impero ottomano .Con lama ricurva affilata da un solo lato, l’arma presenta una punta robusta, solitamente utilizzata per la stoccata, ed un’impugnatura, ad una mano, ottenuta da due placche, solitamente in avorio , argento o oro, fissate al codolo che si sviluppano posteriormente in due valve atte a garantire una miglior presa da parte dello spadaccino.

Secondo la leggenda, lo yatagan sarebbe stato inventato da un condottiero ed armaiolo dei selgiuchidi, Osman Bey, che, una volta stanziatosi nell’allora appena conquistata cittadina di Yatağan, identificata con l’attuale Provincia di Denizli, creò questa particolare spada corta, guadagnandosi il nome Yatağan Baba , padre yatagan.

 L’arma, realizzata nel corso del XIX secolo da una delle fiorenti fucine asservite all’Impero Ottomano, presenta al tallone una ghiera dorata arricchita da coralli e l’impugnatura, munita di valve in avorio di notevoli dimensioni, risulta essere contornata da una fettuccia dorata ornata da cabochons striati. Il vistoso fodero risulta riccamente cesellato a fiorami, perlinature e ghirlande racchiuse tra fettucce e fiocchi mentre la bocchetta, cesellata a rombi e girali, si contrappone al puntale sbalzato a squame e testa di delfino. L’oggetto si presenta in ottimo stato conservativo e proviene dalla collezione Pio Venturini, dal quale fu acquistato, unitamente ad alti oggetti, con certificato di garanzia dell’aprile 1929 dall’antiquario Ateniese Theodose Theophilis.

error: Il contenuto è protetto Content is protected !!